Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

CarloforteCorre: (con calma) ve la racconto

Arriva sempre il momento in cui pensi che comprare una bacchetta per selfie sia una buona idea. C’e’ a chi capita in piazza San Pietro per far entrare nella foto tutto il colonnato, a chi in cima al Monte Bianco per non rischiare di ritrovarsi a valle dopo lo scatto. A me e' successo poco più di una settimana fa, il pomeriggio della CarloforteCorre, quando ho pensato che per raccontare il vero senso di quella giornata occorreva prima di tutto immortalarne i protagonisti: le persone.  Perche’ la Carloforte Corre più che una gara e’ stata una festa. E le feste - quelle belle davvero, quelle che mentre ci sei in mezzo hai quasi paura a guardare l’orologio perché sai che prima o poi arriverà il momento di tornare a casa - sono rese speciali dalle persone. C’erano gli amici di sempre, quelli che sono venuti a trovarmi per correre tra i “carrugi” (“ma quanto sono romantici i carrugi sotto le luci della sera?” ha detto qualcuno), quelli che mi leggono e che ho incontrato per la prima volt…

Ultimi post

Maratone d'autunno: perche' scegliere (o no) Valencia

Quando il troppo infiamma: il ginocchio del corridore

Ma che caldo fa?

Il piede d'atleta? Ma anche no.

Chi si ferma (non) e' perduto: il recupero tra le ripetute

Facciamola breve: 16^ Riu Mannu Corre

Gli antinfiammatori (FANS) e la corsa: come la penso.

8^ Maratonina dei Fenici (27 Maggio 2017)

IL passatore

Caffeina e corsa: una coppia che funziona?